bioelettronica, Google e Glaxo insieme nella bioelettronica

Bioelettronica – GlaxoSmithKline (GSK) e Alphabet, casa madre di Google, creeranno una nuova join venture (Galvani Bioelectronics) specializzata nella lotta contro le malattie croniche attraverso stimoli elettrici, dando così una spinta a un nuovo campo della medicina noto come “bioelettronica”.

Google e Glaxo realizzeranno nei prossimi sette anni investimenti per oltre 715 milioni di dollari.

bioelettronica
bioelettronica, una scienza per la salute futura dell’uomo

Secondo ipotesi di Bloomberg, Glaxo deterrà una quota del 55% della Galvani Bioelectronics, mentre Verily Life Sciences, divisione di Alphabet Inc. dedicata al benessere, ne deterrà il 45%.

La società prende nome da Luigi Aloisio Galvani (Bologna, 9 settembre 1737 – Bologna 4 dicembre 1798), scienziato italiano, medico e filosofo tra i primi esploratori della bioelettricità.

Galvani Bioelectronics e bioelettronica

La Galvani svilupperà dispositivi miniaturizzati e impiantabili che possano modificare i segnali elettrici del sistema nervoso umano. Lo scopo sarà quello di intervenire nelle malattie croniche, là dove questi segnali elettrici vengono ad essere distorti.

Malattie come il diabete, l’artrite e l’asma potrebbero essere presto trattate con questi piccoli dispositivi che consisteranno in speciali micro collari elettronici che avvolgeranno i nervi, monitorando, stimolando o inibendo determinati impulsi.

La società avrà sede nel Regno Unito ma disporrà di un centro ricerche a San Francisco (USA).

Kris Famm, responsabile della ricerca bioelettronica GSK (società britannica operante nel settore farmaceutico, biologico, e sanitario) e presidente di Galvani, ha confermato che i primi farmaci bioelettronici che utilizzino questi impianti per stimolare i nervi potrebbero essere presentati per l’approvazione regolamentare già nel 2023.

Verily Life Sciences è un’azienda statunitense del gruppo Alphabet, dedicata sullo studio delle scienze della vita. L’organizzazione era una all’inizio una semplice divisione di Google, quando, il 10 agosto 2015, Sergey Brin ha annunciato la riorganizzazione aziendale. Il 7 dicembre 2015 la società è stata rinominata in Verily Life Sciences o più semplicemente Verily.

Numerosi sono i progetti portati avanti dall’azienda, tra questi le lenti a contatto smart per diabetici, il cucchiaio per persone con tremori, la piattaforma di nanoparticelle rilevatrici di malattie ed il polsino per il tracciamento dei parametri salutari.

avatar

Facebook Twitter